SESSANTASEI

SESSANTASEI

L’isola, sono nell’isola, non l’ho mai abbandonata l’isola, povero me.
Avevo ritenuto di capire che io dovessi passare la mia vita a fare il giro del mondo, come una chiocciola.
Errore, è sempre nell’interno dell’isola che io continuo a girare. Non conosco nient’altro, all’infuori dell’isola.
E non conosco nemmeno l’isola, perché non ho mai avuto la forza di guardarla.
Quando giungo a riva, torno indietro, verso l’interno.
Non è una spirale, il mio percorso, anche qui mi sono sbagliato, ma sono anelli irregolari, ora bruschi e brevi, come giri di danza, ora ampi come parabole, e abbracciano addirittura intere torbiere,
e a volte sono qualcosa di mezzo fra gli uni e gli altri, qua e là, e fissati sempre in qualsiasi modo,
a seconda del panico del momento.

Samuel Beckett
Marzamemi, febbraio 2021
Canon AE1 35 mm film

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...